Internet Nobel per la pace. Pro o Contro?

dalailama
Io amo Internet, Punto.
Credo sia il miglior strumento che abbiamo a disposizione e che dovrebbe essere  proposto all’Unesco come patrimonio dell’umanità.

Adoro anche Wired e spesso appoggio e promuovo le sue iniziative.
Ma quando, qualche settima fa, sono venuto a conoscenza dell’iniziativa che candida internet al Nobel per la Pace, devo dire che sono rimasto un po’ perplesso.

Internet è un mezzo, sono le persone che lo utilizzano a farne qualcosa di buono o di pessimo.
Cercando un po’ in rete ho trovato molte riflessioni intelligenti, che appoggio, sul perchè questa candidatura è in dissonanza con la stessa Rete. Ve le segnalo:

Giacomo Dotta:  Per questo non si può ora accettare la proposta di vedere assegnato a Internet il Nobel per la Pace. Non perchè non si apprezzi la bontà dello strumento, anzi. Però accettare l’attribuzione di un valore significa compiere un passo in una direzione sbagliata. Internet non è “bene” così come non è “male”: ambasciator non porta pena. La Rete non è un mondo di pacifisti così come non è un covo di pedofili: la Rete è semplicemente il più grande degli strumenti che abbiamo a disposizione, il più grande moltiplicatore delle idee e la più grande fucina di contenuti culturali esistenti….

Nicola Mattina: All’inizio, mi disturbava molto il fatto che fosse promossa con delle immagini in cui il marchio di Wired era così predominante da far pensare che si trattasse di una pubblicità della testata. Adesso è stato fatto un passo indietro, ma l’iniziativa continua a non convincermi.
Il motivo è molto semplice: il premio è sempre stato assegnato a delle persone, singoli o gruppi, ben individuate. Con un nome e un cognome. Ed è corretto che sia così. Deve essere così…

Infinito Periodico: Certo l’importanza della Rete è innegabile. Internet, per come è cresciuto e come si sta ancora sviluppando, è la base su cui si fonderanno le società di domani. E non nego i progressi compiuti grazie alla facilità di comunicazione che Internet ha reso possibile. Ma la pace è un’altra cosa

Al di là del fatto che la questione possa essere stata strumentalizzata dai promotori (Marketing Virale? Mi auguro di no, ne saremmo tutti molto delusi), non credete sia meglio l’idea di proporre Internet come Patrimonio dell’Umanità (come propone Marco Cavicchioli sul bel post di Giacomo Dotta), e di continuare a lottare per difenderne la neutralità?

P.S.:
Io nomino Internet patrimonio dell’umanità“, queste sono le parole di Shirin Ebadi.

Sociologo, Social Media Addicted e Senior Developer.
Si occupa di ICT Coaching, OpenSource, Innovazione, Gamification, User Experience, Social Media e Progettazione di Mobile Applications.

angelo.geminiani

Sociologo, Social Media Addicted e Senior Developer. Si occupa di ICT Coaching, OpenSource, Innovazione, Gamification, User Experience, Social Media e Progettazione di Mobile Applications.

6 thoughts on “Internet Nobel per la pace. Pro o Contro?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *